Audit Energetico Preliminare

Le case italiane consumano in media tra i 140 ed i 170 kWh/m2 anno, tra le pił alte d'Europa.

Il miglioramento dell’efficienza energetica nel settore dell’edilizia residenziale è di cruciale importanza al fine di raggiungere gli obiettivi fissati dall’Unione Europea in tema di energia e di emissioni inquinanti. L’appartamento ha un elevato indice di prestazione energetica globale (EPgl), il che sta ad indicare la scarsa capacità dello stesso a mantenere le giuste condizioni di comfort al suo interno. Tale parametro, infatti, indica quanta energia totale su base annua  viene consumata dall'edificio climatizzato per ogni metro quadro di superficie. I punti di debolezza che rendono l’EPgl molto scadente sono sotto riportati:

 INFISSI - L’intero immobile è composto da vecchi infissi in legno non isolati.

 COIBENTAZIONE EDIFICIO - Le facciate di tutti i prospetti sono privi di isolamento termico di qualsiasi tipologia.

 IMPIANTO DI RISCALDAMENTO - L’attuale impianto di riscaldamento è composta da caldaia a metano con corpi emissivi a radiatori in ghisa/alluminio.

 IMPIANTO ELETTRICO/FONTI RINNOVABILI - L’impianto elettrico necessita di una accurata analisi dei carichi e di una verifica del sistema di messa a terra. Gli attuali consumi elettrici risultano elevati pur essendo una famiglia a potenziale profilo di “basso consumo” (due utenti: un adulto e una bambina). Nel villino ci sono due pompe idrauliche: una a servizio di riempimento di una vasca di accumulo e una di pompaggio per il sistema idrico di adduzione di casa.

CHIEDI INFORMAZIONI